Le Tre Stanze
Via Miramare, 27
Trieste

Vi diranno che Trieste è la città di Joyce, di Svevo e di Saba. Vi racconteranno delle sinagoghe, delle chiese ortodosse e di quelle cattoliche. Vi diranno del bianco castello di Miramare e del suo parco sugli scogli. Vi racconteranno di quanto sia maestosa e altera l’apertura al mare della Piazza dell’Unità d’Italia. Vi diranno del Canale e della Chiesa di S.Antonio e dei caffè letterari e delle tante gallerie d’arte. 
Vi parleranno di Mitteleuropa e dell’Impero Austrungarico, come se non ne fossero mai ancora usciti, come se tuttora vivessero di sfarzo e potenza. Ah sì e vi riparleranno di Joyce e di Svevo e di Saba. 
Ma non vi diranno che è la città della scienza con il suo Centro di Fisica Teorica, l'ICTP, a Miramare. Preferiranno citarvi la principessa Sissi, valli a capire i triestini. Per non dire del laboratorio dell’Immaginario Scientifico e dell’Osservatorio Astronomico, come pure dell’Elettra Sincrotrone. 
Oppure vi diranno che sono tutti matti, i triestini, che la follia a Trieste s'affaccia più frequente che in altri posti. Vi diranno che di certo è colpa della bora. Non vi raccontanteranno di quanto Trieste sia stata città pioniere, attraverso Franco Basaglia, della ricerca OMS sui servizi della salute mentale. 
Vi racconteranno di famiglie decadute e ricchezze dilapidate, perché, e vai a capirlo il perché, ai triestini piace più il dramma della commedia. Non vi diranno che a Trieste c’è il Festival Cinematografico di fantascienza più importante d’Italia. Per non parlare del prestigioso evento di moda e di ricerca ITS.
Ma per chi ci arriva la prima volta Trieste appare bella, anzi no, bellissima. 
Forse è la costiera, forse è il mare pulito, forse è proprio l’aria tersa e nitida, forse è solo la luce, ma Trieste, per chi ci vive da un po’, diventa bellissima. E anche se si ha l’impressione che risulti lievemente sfasata rispetto la contemporaneità, è ben cosciente di temi come “città di passaggio” e “città di frontiera”. 
Citando Claudio Magris “Il viaggio è anzitutto un ritorno e insegna ad abitare più liberamente, più poeticamente la propria casa” abbiamo deciso di aprire un B&B boutique di tre stanze in una dimora d’epoca liberty di Viale Miramare, tra il borgo Teresiano e Roiano.
LE TRE STANZE sono tutte matrimoniali, tutte con una propria storia e un design d’interni accurato. Sono camere ampie, confortevoli e accoglienti. Ci sono due bagni spaziosi, uno con vasca e un altro con doccia.
Il nostro B&B è a 5 minuti a piedi dalla Stazione centrale e dal Terminal Bus internazionale e a 10 minuti da Piazza dell’Unità d’Italia, a pochi metri dal Canal Grande e dalle Rive, a 500 metri dal lungomare di Barcola da cui si prosegue per il Castello di Miramare.

 

Get In Touch